E’ quanto asserisce Marc Salem, esperto di comunicazione non verbale di Men’s Health alla rivista Daily Mail.

Secondo lo studioso, ci sono quattro segni che ci fanno capire se la persona di fronte a noi ci sta mentendo.
In primo luogo, digrignare i denti in un falso sorriso dovrebbe insospettirci: quando il sorriso è spontaneo si alzano gli zigomi e anche gli occhi sembrano sorridere, quindi digrignare i denti può sembrare a maggior ragione un gesto forzato.
Inoltre, se l’interlocutore che sta raccontando un episodio forse poco veritiero non muove un muscolo, potrebbe essere perché non intende, letteralmente, muovere un eventuale passo falso e sbugiardarsi.
Anche nascondere la bocca potrebbe essere un segnale di “bugia in corso”: molto spesso è proprio questa parte del corpo che rivela le nostre vere emozioni

..e il “bugiardo” tenta di nasconderla con le mani, o tossendo molte volte. Infine, il “bugiardo” tende a fissare in faccia il proprio interlocutore in maniera esagerata, quasi per comunicargli la sua completa attenzione, e forse anche la verità di quello che dice.
Insomma, sembra che con questi quattro comportamenti non si intenda nascondere una malocclusione o il proprio apparecchio ortodontico.

Se però il nostro interlocutore rientra in uno dei due casi, forse è giusto dargli il beneficio del dubbio e rimettere in discussione la teoria.