Questa è in sintesi la filosofia della gelotologia, disciplina che utilizza la risata, il pensiero positivo e il buonumore come terapia curativa.
I medici clown, ispirati da Hunter ‘Patch’ Adams, ne sono la dimostrazione più lampante. Ed infatti il ricovero ospedaliero di bambini affetti da patologie anche serie risulta più efficace  con questo aiuto, perché a volte riduce i tempi di permanenza presso la struttura,  dato che chi è malato non ha bisogno solamente di pillole per guarire.

Molti malati entrano in un circolo fatto di sofferenza, tristezza  e paura che peggiora il loro stato complessivo. Per stare bene il malato dovrebbe invece sforzarsi di collaborare   e di ricercare occasioni di benessere,anche attraverso l’esercizio della risata che, anche se non spontanea “inganna” l’organismo, che nonostante il male comincia a produrre ormoni della felicità.

La risata infatti scuote tutto il corpo come una scossa elettrica, avvicina le persone, aiuta la comunicazione e il dialogo. La risata attenua gli ormoni prodotti dallo stress negativo e stimola le difese immunitarie. Ma com’è possibile rieducare il fisico al sorriso?

Un vero ‘mago’ della risata è il medico indiano Madan Kataria che ha Londra ha fondato l’International Laughter Club,  che basa il suo lavoro sulla ‘risata di gruppo’.  Il club della risata è un luogo dove si svolgono vere e proprie sessioni di risate. Le risate unite alle  tecniche di respirazione yogica tipiche dello Yoga PRANAYAMA, stimolano la creazione di endorfine e innescano benefici a cascata sia dal punto di vista fisico che emotivo, spirituale e mentale. I benefici della risata ‘provocata’ risulterebbero gli stessi della risata spontanea, e ciò rende possibile “allenarsi” al sorriso, per poi recuperarlo nella vita quotidiana. Essere a proprio agio con il proprio sorriso agevola e favorisce la risata. Anche lo Specialista in ortodonzia si occupa di “sorrisi” , egli è impegnato a vigilare sulla crescita e sullo sviluppo della dentizione, sul corretto rapporto tra mascella e mandibola e sulle funzioni masticatorie, pronto ad intervenire con diverse soluzioni  in caso di problemi.
Non esistono limiti di età per sistemare il proprio sorriso e non esistono limiti di età per imparare a sorridere a proprio agio e con serenità.