Specialisti del SorrisoIl paziente che sta seguendo un trattamento con apparecchio ortodontico spesso vuole conoscere in maniera più approfondita le dinamiche e gli sviluppi della propria cura. Come ad esempio Mauro, che chiede agli Specialisti:

Ho 24 anni e sto curando con apparecchio un morso crociato monolaterale (i denti superiori da un lato chiudono all’interno rispetto a quelli inferiori) però non ho capito se ho il palato stretto.  Se così fosse non credo che stiamo intervenendo per allargarlo. Avere il morso crociato implica avere il palato stretto?  Se sì,si può risolvere con “espansore rapido del palato” alla mia età?  Sono davvero in crisi,vi ringrazio per la gentile attenzione.


Gli Specialisti del Sorriso rispondono:

I dati che lei mi fornisce sono insufficienti per effettuare una diagnosi e di conseguenza per formulare una adeguata terapia. In linea generale posso dire che il morso crociato mono laterale è  dovuto a molte cause. Tra queste c’è  l’iposviluppo del mascellare superiore che di solito si associa a palato stretto. Se ci trovassimo in questa situazione troverebbe indicata la terapia per espandere le dimensioni del palato e per aumentare il diametro dell’arcata superiore.
In un soggetto adulto, in cui le suture palatine del mascellare siano ormai consolidate, l’espansione rapida della sutura palatina deve invece essere assistita chirurgicamente.
Dopo aver effettuato una corretta diagnosi differenziale, qualsiasi sia l’età del paziente,  non c’è comunque motivo per pensare di non poter risolvere questa condizione clinica che con ogni probabilità è solo uno degli aspetti della sua  malocclusione.