Esistono diverse tipologie di apparecchiature ortodontiche e ciascuna ha una sua specifica funzione, motivo per il quale vengono attentamente selezionate durante il piano di trattamento dallo specialista in ortodonzia.

Una parte di apparecchi mobili vengono definiti funzionali e sono utilizzati per lo più nei pazienti in crescita per correggere appunto la funzione (lingua) e per indirizzare correttamente la crescita; una seconda categoria viene routinariamente utilizzata nella fase di mantenimento con funzione passiva e non di correzione; una terza categoria viene utilizzata in maniera alternativa al fisso (aligners) per la correzione dell’allineamento dentale.

Tutte le categorie richiedono un differente livello di collaborazione da parte del paziente che viene indicato dall’ortodontista per il raggiungimento del risultato ideale, una scarsa collaborazione del paziente corrisponde quindi ad uno scarso risultato!