L’allineamento dentale è quella tipologia di cura ortodontica che permette la risoluzione di problemi legati alla malocclusione dentale, e restituisce quindi a pazienti giovani ed adulti un sorriso armonioso ed in salute.

Si ottiene tradizionalmente ricorrendo all’apparecchio ortodontico fisso e/o mobile, anche se negli ultimi anni la tecnologia nel campo ortodontico ha fatto notevoli passi avanti: dai brackets in ceramica dello stesso colore dello smalto, all’apparecchio linguale già affrontata in questo post, agli allineatori trasparenti. Questi ultimi sono formati da mascherine progressive, rimovibili, realizzate interamente in materiale plastico trasparente e difficilmente visibili a distanza di conversazione.

Le mascherine vengono progettate per guidare i denti progressivamente verso la loro posizione definitiva, corrispondente al quadro clinico in cui si ritengono raggiunti gli obiettivi di un sorriso sano ed armonico, e sono una buona alternativa al tradizionale apparecchio ortodontico fisso, ma solo in alcune specifiche tipologie di malocclusione dentale.
Devono essere indossate giorno e notte, rimosse solo durante i pasti e le manovre di igiene orale, e sostituite ad intervalli di 2-4 settimane, a seconda delle indicazioni e dei controlli concordati con il proprio Specialista in Ortodonzia.

Il numero totale di mascherine varia a seconda del grado di malocclusione del paziente.