sbiancamentoSpingendo il carrello nella corsia del supermercato dedicata alla parafarmacia, è facile cedere al richiamo di kit e trattamenti per sbiancare i denti fai da te, che promettono denti bianchi senza sforzi. In questa maniera non serve ricorrere ad una seduta dal dentista, impiegando tempo, risorse e pazienza in un’operazione che non sempre risulta piacevole.
Bisogna sapere però che non tutti i prodotti in commercio garantiscono un buon risultato, come le pubblicità vorrebbero far credere, e che a volte i rischi a cui si espone la propria bocca superano i risultati che si vorrebbe ottenere.


Come afferma Altroconsumo, “l’uso pesante e frequente di sostanze sbiancanti può attaccare lo smalto dei denti, che alla lunga diventa più fragile e poroso”. Il dente risulterebbe così meno bianco, e ciò porterebbe all’ulteriore ricorso a trattamenti sbiancanti ed all’innescarsi di un circolo vizioso senza fine.
Inoltre in caso di denti non correttamente allineati è possibile che i prodotti non raggiungano adeguatamente tutta la superficie del dente, creando uno sgradevole effetto a macchie.
A volte, chi sente il bisogno di migliorare l’estetica del  proprio sorriso, può avere bisogno di un consulto da uno specialista in ortodonzia, che valuti la posizione dei denti e la masticazione, e che possa correggere e migliorare eventuali asimmetrie o malocclusioni. In questa maniera si migliora nettamente e definitivamente l’estetica con un trattamento ortodontico piuttosto che con uno sbiancamento.