Il Pendulum è un apparecchio ortodontico che rientra nella categoria dei cosiddetti “distalizzatori”, ovvero di tutti quei dispositivi che hanno come obiettivo quello di arretrare la posizione dei molari superiori. Si utilizza pertanto nei casi di seconda classe dentale, cioè quando i denti superiori sono avanzati rispetto agli inferiori.

Il Pendulum è un dispositivo fisso molto discreto dal punto di vista estetico perché  non è visibile dall’esterno. È composto da un corpo in resina da cui partono due o quattro appoggi di ritenzione che devono essere fissati sui premolari e da due anellini che abbracciano i molari. Due molle in metallo flessibile sono ancorate al corpo centrale e si inseriscono sulle bande dei molari. L’attivazione delle molle che descrivono un movimento a pendolo consente la progressiva distalizzazione dei molari.

La gestione del Pendulum è molto agevole perché, essendo un dispositivo fisso, il paziente non deve perdere tempo ogni giorno per la sua applicazione e perché  agisce ventiquattro ore su ventiquattro. Inoltre, non ostacola la masticazione né le manovre di igiene orale. Il suo ingombro palatale è limitato: in pochissimo tempo la lingua accetta il corpo estraneo e la fonazione solo raramente ne risente.

È un dispositivo molto efficace: perché già in pochi mesi è in grado di correggere la posizione dei molari superiori, primo passo verso la risoluzione della malocclusione dentaria.