Il diastema è forse il difetto della dentatura più diffuso: si tratta della classica fessura che si crea quando due denti vicini non sono in contatto tra loro. Il diastema più frequente, e anche quello che più spesso viene  notato anche nella bocca di famose pop star, è quello tra i due incisivi centrali.

È importante sapere che non tutti i diastemi richiedono un trattamento ortodontico: alcuni sono fisiologici e possono chiudersi spontaneamente. Per esempio è normale che in presenza di dentatura da latte siano presenti spazi tra un dentino e l’altro. Se così non fosse, la dentatura permanente faticherebbe a posizionarsi correttamente in arcata.

Però, quando gli incisivi permanenti crescono, è possibile che siano ancora distanziati tra loro. L’ortodontista potrà valutare se tale diastema sia ancora fisiologico, e si ridurrà spontaneamente con l’arrivo dei canini permanenti, o se  sia presente un ostacolo alla chiusura dello spazio tra i denti. In alcuni casi questo ostacolo può essere rappresentato dal frenulo interincisivo, cioè da quel fascio di tessuto fibroso che si osserva alzando il labbro superiore, che a volte, avendo un’inserzione bassa tra i due incisivi centrali, può ritardare il loro avvicinamento. Allora lo specialista potrà consigliare sulla sua eventuale rimozione.

In altri casi la causa di un eccesso di spazio tra due denti è rappresentata da alcuni denti di forma o dimensione anomale. Ancora una volta è l’ortodontista  che potrà consigliare il migliore approccio, ovvero se avvicinare i denti tra loro o al contrario mantenerli distanziati e successivamente ingrandirli con ricostruzioni in composito o faccette.
La migliore terapia varia da caso a caso, e solo dopo una accurata visita ortodontica è possibile pianificare il migliore trattamento per il paziente.