Specialisti del SorrisoLa malocclusione dentale è ormai alle spalle, ma si rende necessario un trattamento con l’apparecchio di contenzione: sarà un salasso o ne varrà la pena, dopo gli sforzi fatti? Se lo chiede Mira che si rivolge agli Specialisti del Sorriso con la seguente domanda:

A 38 anni ho rimesso l’apparecchio fisso, con arco linguale. Mi si presenta lo stesso problema del passato, l’arco linguale incide la lingua, creando dolore e problemi di deglutizione. Il mio medico sostiene di non avere mai visto un caso come il mio e mi ha installato l’apparecchio nonostante la lingua fosse segnata da una vecchia cicatrice. Ora é assente per vacanza e dato che il dolore era insopportabile, sono stata in urgenza da un altro specialista che mi ha rimosso l’arco.

Nemmeno lui sa darmi chiarimenti (forse per evitare conflitti con il collega). Cosa posso fare? Esiste una soluzione alternativa e meno dolorosa?

Il suo caso  è troppo specifico perchè io possa rispondere in maniera pertinente senza averla visitata. Che ci sia un periodo di adattamento appena applicato un apparecchio ortodontico è più che normale.
Che lei soffra di dolori insopportabili non è normale. La invito a rivolgersi ad uno degli specialisti in ortodonzia ASIO, il cui nominativo potrà trovare sul nostro sito www.asio-online.it.