Biberon e ciuccioL’autorevole rivista “Archives of Disease in Childhood” ha pubblicato un interessante studio condotto da un team di ricercatori italiani, che ritiene l’uso del biberon e del ciuccio oltre i primi mesi di vita il principale fattore di rischio per lo sviluppo di denti storti nei bambini.

Molti genitori consento ai loro piccoli di continuare ad utilizzare ciuccio e biberon fino ai 3-5 anni di vita, contrariamente a quanto consigliato dall’ortodontista. Questo accade perché comunemente si pensa che se i denti da latte sono storti non necessariamente quelli che cresceranno successivamente saranno irregolari. In realtà, lo studio ha evidenziato come i bambini che succhiano ciuccio e biberon per tanto tempo hanno il doppio delle probabilità di sviluppare una dentatura da latte irregolare, che pregiudica il corretto allineamento di quella definitiva.
Nel caso in cui però, nel primo anno di vita i bambini sono stati allattati naturalmente la probabilità di avere denti storti diminuisce, poiché i muscoli implicati nella suzione del capezzolo promuovono un corretto sviluppo del palato e quindi della dentatura, a differenza di quelli utilizzati nel succhiare le tettarelle di lattice. I dati raccolti su un gruppo di 130 bambini di età compresa tra i tre e cinque anni confermano questa tesi, dato che nell’ottantanove per cento dei casi a coloro che hanno usato il ciuccio per un lungo periodo di tempo è stata riscontrata una dentatura da latte irregolare.

Denti sani e forti fin da piccoli, con l’utilizzo giudizioso di ciuccio e biberon nei primi anni di vita e i consigli del proprio ortodontista.

Scarica gratuitamente la Guida del Sorriso (download), a cura degli Specialisti in Ortodonzia.