Conoscere la provenienza dei prodotti che si acquistano è un’esigenza sempre più diffusa dei consumatori di tutto il mondo. Dal cibo all’abbigliamento, dai giocattoli ai gadget tecnologici, sono diverse le categorie di prodotto interessate dalle dichiarazioni di conformità dell’Unione Europea.

Questa stessa attenzione, però, sembra non valere per le protesi odontoiatriche per cui non è richiesta alcuna garanzia sul loro paese d’origine.

Purtroppo, infatti molti ponti e corone dentarie sono realizzate in Estremo Oriente dove molto spesso prevale la filosofia del taglio dei costi a scapito, però, della qualità delle protesi.

Da qui nasce l’iniziativa inglese del Dental Laboratories Association che ha lanciato il British Bite Mark, un marchio di fabbrica per assicurare ai pazienti la provenienza made in UK delle protesi e della loro produzione con materiali assolutamente sicuri.

Questa è sicuramente un’iniziativa degna di lode che ci si augura possa aprire la strada a una maggior attenzione su queste tematiche anche nell’ortodonzia italiana.