dolori muscolariUna malocclusione (il termine significa “cattivo morso”) avviene quando alcuni parametri geometrici nel combaciamento dell’arcata superiore con l’arcata inferiore dentale non sono soddisfatti.

Le malocclusioni si possono realizzare in tre dimensioni spaziali: verticale, trasversale (nel senso della lunghezza) e sagittale (nel senso della profondità) e ciò fa sì che le arcate dentarie, le strutture ossee e la muscolatura della faccia non siano in rapporto armonico tra di loro, non riescano a svolgere i loro compiti della sfera fonetica e masticatoria in maniera corretta e, non da ultimo, non aiutino dal punto di vista estetico.

Ma rispetto ad una persona che presenti normocclusione (le linee verticali che separano gli incisivi superiori ed inferiori sono centrate tra di loro, i canini superiori cadono all’esterno e più lontani rispetto a quelli inferiori, etc…) il paziente con malocclusione può presentare uno scorretto funzionamento del Sistema Stomatognatico, che influisce sul Sistema Posturale Globale.
Detto in altri termini, un non corretto allineamento delle arcate influisce sulla cattiva postura di testa e collo, ripercuotendosi su tutta la spina dorsale e quindi su tutto il corpo. Lo dimostrano casi di pazienti con dolori alla zona  lombare e al collo, o alla spalla e addirittura al ginocchio, a causa di malocclusioni, cattiva intercuspidazione, patologie dell’ATM (Articolazione Temporo-Mandibolare).

In questi casi sia i dolori muscolari che le malocclusioni possono risolversi consultando un ortodontista, che saprà dare una diagnosi e pianificare una cura, riportando l’equilibrio nella nostra bocca, e anche nella nostra postura.