Specialisti del SorrisoTutti coloro che stanno seguendo una terapia che preveda l’utilizzo di un apparecchio ortodontico sanno che parte del trattamento ortodontico viene finalizzato a casa, con l’aiuto dei familiari. A volte possono però sorgere dei dubbi, soprattutto al presentarsi di dolori o fastidi in bocca: si sta procedendo bene o si mette a rischio l’intera terapia? Una mamma lo chiede agli Specialisti del Sorriso:

Mio figlio di 7 anni ha un apparecchio fisso al palato e dopo 18 giorni devo incominciare a girare la vite 2 volte ogni sera, per 10 giorni: non è eccessivo?

Gentile Sig.ra Tiziana,

a quanto ha descritto, a Suo figlio è stato cementato un espansore palatale.

Si tratta di un apparecchio che deve essere attivato progressivamente. Il numero dei giri deve essere valutato dall’ortodontista che ha in cura il bambino. In generale è molto frequente eseguire 20-30 attivazioni nel corso del primo mese. Abbia fiducia nella valutazione del Suo ortodontista, e segua scrupolosamente le Sue indicazioni perchè il protocollo di attivazione è personalizzato, paziente per paziente.